LE DONNE ITALIANE SONO LE PIU’ CRITICHE, MA ANCHE LE PIU’ VIRTUOSE IN EUROPA NEL GESTIRE LA PROPRIA FORMA FISICA

dieta-personalizzata1

  • Il 69% delle italiane critica la propria forma fisica
  • Il 90% mette in pratica iniziative per gestire la propria forma fisica e tornare in forma
  • Il 58% si dichiara soddisfatto dei risultati raggiunti

Le donne italiane sono quelle che dedicano più tempo a pensare alla forma fisica piuttosto che al sesso, al movimento fisico e alle vacanze.

7 su 10 (69%) sono critiche nei confronti della propria forma fisica e 9 su 10 hanno intrapreso diverse azioni per fronteggiarla: tra queste, oltre il 60% dichiara di far esercizio fisico e di aver cambiato le proprie abitudini alimentari.

Queste alcune delle evidenze italiane della prima ricerca sulle “Fat Talks[1] condotta da Special K.

La forma fisica è quindi un argomento centrale e spesso spinoso per la maggior parte delle donne: ne parlano quattro italiane su cinque, il 61% di queste lo fa insieme alle amiche, il restante 59% nelle conversazioni con il partner.

Il 72% delle italiane dichiara di conversare con il proprio compagno su argomenti legati alla forma fisica almeno una volta al giorno, ed è interessante notare come con il proprio partner si parli con più facilità di forma fisica piuttosto che dei problemi legati ai propri figli.

Dopo se stesse, le donne italiane considerano i propri compagni come le fonti più critiche sulla forma fisica e sul peso. Un’italiana su due dichiara inoltre di sentirsi insicura e fortemente condizionata nel rapporto intimo con il proprio compagno dai suoi commenti sul peso. Le Fat Talks sono un argomento che viene spesso ingigantito dai social media: una donna su due concorda sul fatto che la gente si nasconda dietro al velo dei social media per attaccare l’aspetto degli altri, il 41% di queste è convinto che siano proprio i social media ad dare vasta eco e incoraggiare le Fat Talks.

Inoltre il 44% delle donne italiane che usano attivamente i social media concordano sul fatto che le chiacchiere sul peso diffuse su questi mezzi alimentano notevolmente le insicurezze sul proprio corpo.

Il 58% infine, ritiene che i media dovrebbero dare meno spazio alle Fat Talks.

Italia vs Europa: un confronto con gli altri Paesi 

Dal confronto dei dati italiani con i risultati europei emerge un ritratto delle donne italiane come quelle maggiormente critiche nei confronti della propria forma fisica (69% delle italiane vs 62% del resto d’Europa) e quelle che intraprendono più iniziative per gestirla (90% delle italiane vs 80% del resto d’Europa).

Di conseguenza, sono anche le più soddisfatte dei risultati raggiunti (58% delle italiane vs 50% del resto d’Europa).

Le donne europee rispetto alle italiane, parlano maggiormente con i propri compagni di argomenti legati al peso e alla forma fisica (69% Europa vs 59% Italia).

Infine, è emerso che i social media a livello europeo sono considerati maggiormente impattanti nella diffusione delle Fat Talks (47% Europa vs 44% Italia)



[1] Lo studio è stato commissionato da Kellogg a Edelman Berland, istituto internazionale di ricerca indipendente e ha interessato 7 Paesi: UK, Francia, Italia, Spagna, Svezia, Belgio, Irlanda. Le interviste sono state condotte online dal 28 novembre al 3 dicembre 2013 su un campione di 7000 intervistati maggiorenni (75% donne e il 25% uomini)